by I pasticci di Roby

by I pasticci di Roby
in cucina mettici il cuore...perchè cucinare per gli altri è un atto d'amore

giovedì 19 novembre 2015

TORTA ANGELICA CON LI.CO.LI...

Spesso non ti spieghi il nome dato ad alcuni dolci fino a quando non hai modo di assaggiarli...allora si che, come in questo caso, ti dai una risposta...mordi questo dolce e ti senti in paradiso!
Sicuramente, vi avverto subito, la torta Angelica richiede e un pò di tempo e dedizione, ma capirete che ne è valsa la pena fin dal primo assaggio. Al lavoro dunque..

Iniziamo con il rinfrescare il li.co.li (io nel mio caso ho rinfrescato la sera precedente il mio Fiorenzo che proprio il mese scorso ha compiuto il suo primo annetto, ho atteso tre ore  in luogo tiepido finchè ha raggiunto il raddoppio, ho conservato in frigo e la mattina dopo ho prelevato la quantità necessaria per questa preparazione;)

INGREDIENTI
PER IL LIEVITINO
  • 75 g di acqua
  • 150 g di farina manitoba
  • 150 g di lievito madre liquido
  • 1 cucchiaino di malto o zucchero (io zucchero)
PER L’IMPASTO
  • 120 g di burro
  • 1 cucchiaino di sale
  • 400 g di farina manitoba
  • 75 g di zucchero
  • 120 g di latte tiepido
  • 3 tuorli medi
  • 300 g di gocce di cioccolato fondente
PER LA GLASSA
  • 150 g di zucchero a velo
  • 1 albume
PER SPENNELLARE
  • 50g di burro fuso                                                                                                                      
  • PREPARAZIONE Ore 15,00-LIEVITINO   Per realizzare la torta angelica iniziate col preparare il lievitino: mettete in una ciotola l’acqua tiepida, la farina, il lievito madre e lo zucchero e impastate fino ad ottenere un composto liscio che ridurrete in una palla.  Mettete l’impasto in una ciotola, coprite con della pellicola e poi lasciate lievitare in luogo tiepido ( io ha l'abitudine di poggiarlo sulla macchinetta del caffè) fino al raddoppio).
    ORE 16,30 IMPASTO Trascorso questo tempo preparate l’impasto: tagliate il burro a cubetti e lasciate ammorbidire a temperatura ambiente (potete fare questo passaggio mentre aspettate che il lievitino cresca), versate nel latte tiepido lo zucchero e poi i tuorli, sbattendo con una frusta per romperli, il sale e unite al tutto la farina , inserite in planetaria e impastate. Aggiungete il burro e lavorate l’impasto per almeno 10 minuti fino a che risulterà ben elastico e si staccherà dalle pareti della ciotola. Quando il lievitino sarà pronto, unitelo all’ impasto ottenuto e quindi impastate molto bene per amalgamarli insieme in modo omogeneo; date al composto la forma di palla e adagiatelo in una ciotola imburrata, coprite con pellicola alimentare, mettete in frigo e lasciate lievitare per tutta la notte;  

    ORE 09,OO del giorno dopo Uscite il vostro impasto dal frigorifero e lasciatelo acclimatare in tiepido per qualche oretta ( adesso io so che inorridirete, ma per riportare subito l'impasto a t.a. l'ho messo per 30 secondi in microonde alla funzione scongelamento...funziona!!! 

  • ORE 12,00
    Trascorso il tempo necessario, versate l’impasto su di una spianatoia infarinata e, senza lavorarlo, stendetelo con un mattarello fino a formare un rettangolo di cm 50x40, dello spessore di 2-3 mm; spennellate la sfoglia ottenuta con il burro fuso, cospargetela con le gocce di cioccolato fondente quindi arrotolatela sul lato più lungo lasciando la chiusura sul fondo.Tagliate il rotolo a metà con un coltello dalla lama sottile e infarinata quindi separate le due parti e intrecciatele avendo cura di tenere la parte tagliata verso l’alto in modo che si intravedano le sezioni e il suo ripieno.    
  • ORE 16,00 Cuocete in forno a 180°C statico per circa 35-40 minuti e a metà cottura controllate che la ciambella non sia troppo scura in superficie, altrimenti copritela con della stagnola e continuate la cottura. Nel frattempo preparate la glassa: sbattete con una forchetta un albume con 150 g di zucchero a velo. Non appena avrete ottenuto una glassa densa, versatela sulla torta angelica appena sfornata.
  • Ricetta tratta "quasi" fedelmente dal blog "Alì babà e i 40 biscotti"...le indicazioni contrassegnate in rosso si riferiscono alla mia personale rielaborazione di questo fantastico dolce.



1 commento:

  1. complimenti bellissima,anche io ho postato qualche giorno fa l'angelica senza licoli però,buona serata

    RispondiElimina